Parco Acque ai Cappuccini – Centro Benessere – Progetto Studio d’Architettura Simone Micheli

CS Press Office Studio Simone Micheli. Il “Parco Acque” è il nuovo centro benessere che il “Park Hotel ai Cappuccini” riserva ai suoi ospiti dalla scorsa primavera. Possiamo definire il lavoro di Simone Micheli come un viaggio introspettivo la cui meta è “relax”. Unire armonicamente un’antica matrice strutturale (un monastero seicentesco) con il design e la tecnologia del futuro: una sfida che l’Architetto Micheli ha vinto lavorando sul concetto di meraviglia. Il progetto è una fitta connessione di storie e verità, dal passato al futuro, intrisa della storia e del genio di un luogo senza tempo come lo è Gubbio.

Progetto di interior design ed illuminotecnico: Arch. Simone Micheli
Luogo: Park Hotel ai Cappuccini, Gubbio
Realizzazione: 2015
Photo: Jurgen Eheim

 

L’area principale del centro benessere è la zona piscine dove Simone Micheli afferma “la matrice fluida e multiforme dell’acqua è meravigliosamente esaltata da un interior design luminoso, divertente e interattivo” Un’atmosfera giocosa, sognante e intraprendente è il risultato di una serie di elementi diversi come: la rete di cordatura che tiene in aria una gigantesca palla gialla, un rubinetto “ricciolo-fontana” e una passerella rotonda per separare la zona piscina la prima zona idromassaggio. In quest’area – dove Simone Micheli ha abilmente evidenziato un preesistente murale di Arnaldo Pomodoro – sono presenti anche una piscina a monte e una “piscina divertimento” per bambini. Questa fantastica area è collegata alla terrazza esterna attraverso un’ampia vetrata dal pavimento al soffitto. La zona nuoto è direttamente collegata ad un’area più intima dedicata al rapporto tra uomo e acqua: una vasca di galleggiamento adatta alla meditazione e al relax, un’enorme piscina in magnesio con chaise longue anatomica e una vasca idromassaggio circolare. La zona bagno mostra l’indole instancabile di Simone Micheli che ha progettato una grande vasca dove l’acqua viene erogata da una sorta di “proboscide” proveniente dal cielo mentre su ogni porta del wc sono installati monitor dotati di video in loop.

La frase di Eraclito “panta rei” “tutto scorre” potrebbe essere il modo giusto per spiegare questo ambiente dove design e luci lavorano per essere come una filosofia fluida per le anime. In futuro Micheli si concentrerà anche sull’area esterna, progettando il progetto del giardino e integrando il parco con il wellness hotel. L’esperienza unica che vivranno i clienti, è la prova di come lavora Simone Micheli: l’architetto lavora come un artista per generare emozioni memorabili e creare un legame con le persone. Durante la progettazione, Simone Micheli ha lavorato molto sulle proprietà storiche del terreno in cui si trova il “Park Hotel Ai Cappuccini”. Per questo l’architetto ha costruito questo progetto intorno a poche parole che possano descrivere Gubbio e la sua storia: ricchezza, esperienza, meraviglia e incanto. Il progetto della spa per l’Hotel ai Cappuccini procede in perfetta sintonia con la storia della città e sicuramente sarà un nuovo capitolo per la storia di questa favola italiana. Per gli ospiti dell’Hotel Parco Acque sarà un nuovo motivo per ricordare la propria vacanza in questa dimensione senza tempo dove ogni elemento, anche il più antico, viene esaltato nel lavoro “futuro” di Simone Micheli.